visit&teatro

Fare sistema significa incrociare gli ambiti, apparentare cultura, spettacolo, territorio, poesia, storia, parole, ricordi, musica, luoghi e fantasia. Così la Provincia di Torino continua un percorso in sinergia con Assemblea Teatro, che ha dato origine al cartellone Incroci e, nel 2010, alla rassegna Eccellenze, un ciclo di spettacoli in località meritevoli di più notorietà ed attenzione. In questo solco si pone visit&teatro, un programma che celebra i 150 anni dall’Unità d’Italia abbinando quattro ecomusei, centri di recupero e conservazione di memorie nobili e popolari, a dieci allestimenti. Accoglieranno gli spettacoli dal 25 aprile al 14 ottobre Scopriminiera Ecomuseo delle Miniere e della Val Germanasca di Prali, Ecomuseo Feltrificio Crumière di Villar Pellice, situato in quei comprensori che nel 1848 ottennero dal re Carlo Alberto libertà di culto valdese, Ecomuseo Villaggio Leumann a Collegno, un autentico quartiere operaio costruito nel 1875 grazie all’intraprendenza di un capace imprenditore, Museo Archeologico del Canavese a Cuorgné, dove a fine ottocento prosperava l’industria cotoniera. Assemblea Teatro ha distribuito in queste cornici titoli che rappresentassero il lavoro, il Risorgimento, l’emigrazione, le religioni e la libertà di pensiero. Tutte le donne del Re, la pièce di Assemblea Teatro incentrata su Vittorio Emanuele II, riletto attraverso gli sguardi delle sue compagne, sarà replicata a Villar Pellice, a Collegno ed a Cuorgné; il rendez-vous inaugurale invece, con Canti di lavoro e di Resistenza, recitato dagli attori Angelo Scarafiotti, Manuela Massarenti, Andrea Castellini, insieme alla band Progetto Khorakhané, si svolge nell’anniversario della Liberazione a Prali, dentro e fuori dalla Miniera Paola. visit&teatro si chiuderà in autunno alla Lavanderia a Vapore di Collegno, nel Parco della Certosa Reale, con Vittorio Nocenzi, già compositore e tastierista del Banco del Mutuo Soccorso, impegnato in Estremo Occidente, un concerto per inneggiare all’ineffabile bellezza della sonorità pianistica, che proietti nel futuro le traiettorie di questi itinerari. Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero, sino ad esaurimento dei posti disponibili.

Maura Sesia

You may also like...